Close
bambino-con-problemi-di-udito

I segnali per capire se un bambino ha problemi di udito

I problemi uditivi possono compromettere lo sviluppo cognitivo e linguistico dei bambini. In Italia circa 1 bambino su 300 nasce con problemi di udito ma non tutti i casi sono irreparabili.

L’udito dei bambini può essere testato già alla nascita grazie allo screening neonatale. La diagnosi già nei primi giorni di vita può essere fondamentale per iniziare un’ adeguata terapia in caso di problemi.

Questo primo test non è definitivo: diverse patologie legate alla sordità possono insorgere con la crescita.

Per questo motivo tra i 9 mesi e l’anno e mezzo i bambini vengono sottoposti al Boel test, che, oltre alla percezione acustica, valuta le capacità comportamentali, cognitive e di relazione.

I segnali per capire che un bambino può avere problemi di udito sono:

  1. Nei primi mesi di vita, non ha paura o piange per rumori forti o improvvisi (per finestre che sbattono, per un cane che abbaia ecc.);
  2. Intorno al sesto mese non riconosce come confortante la voce della mamma (o familiari);
  3. Non ha la curiosità di esplorare giochi dotati di suoni;
  4. A circa un anno di età, non si gira nella direzione delle fonti di rumore e non si volta se qualcuno lo chiama.

Se questi ed altri segnali si dovessero riscontrare, è bene contattare uno specialista per avere la giusta diagnosi del problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *