Close
otite-catarrale

Otite Cronica ed i bambini: quali conseguenze?

L’ otite cronica, perché è più probabile che venga d’inverno e colpisca il tuo bambino?

L’inverno è ormai nel vivo ed è trascorso meno di un mese da quando questa stagione dell’anno è tornata. Il freddo ormai imperversa, ed insieme al freddo ed alle basse temperature fanno capolinea nelle nostre giornate raffreddore, influenza ed otite che possono degenerare in un’ otite cronica.

Ma cos’è l’ otite cronica e come colpisce i bambini?

Con l’arrivo di questa stagione, un quarto dei bambini tra i 6 ed i 12 anni solitamente si ammala. Varie forme di raffreddamento tendono a colpire i bambini e le cause sono di solito tre.
I giochi all’aperto, gli sbalzi di temperatura sono una delle cause principali oltre alla percentuale ordinaria di bambini che invece si ammala a causa di varie forme possibili di contagio.
Queste forme influenzali possono causare anche problemi all’orecchio quali ad esempio l’otite catarrale.

Otite catarrale e otite cronica.

A causare l’otite catarrale è un accumulo proprio di questa sostanza, il catarro, all’ interno della cavità timpanica che, se infetta, può diventare anche purulenta, e quindi dolorosa. Il timpano infatti viene spinto esternamente questo può causare la rottura della sua membrana. In questo caso siamo ancora nella sfera dell’otite catarrale pur essendo avvenuta ad esempio la perforazione del timpano.

Ma un timpano perforato potrà tornare a funzionare regolarmente come prima?

E’ qui che sussiste l’effettiva distinzione tra otite catarrale ed otite cronica. Per fortuna, in buona parte dei bambini, le perforazioni timpaniche si richiudono normalmente e regolarmente nell’arco di una settimana, appena passa il processo infettivo. Purtroppo ciò non accade sempre. Alcuni, tra i più sfortunati casi, possono degenerare in un’otite specifica, chiamata appunto otite cronica.

Questa è una delle cause dei potenziali problemi d’udito tra i bambini insieme ad esempio all’uso eccessivo dei cellulari.

L’ otite cronica si presenta nei casi in cui un orecchio, dopo la perforazione, non ha più la possibilità di tornare al suo funzionamento originario. In questi casi si sceglie di ricorrere ad un intervento chirurgico specifico per risolvere la problematica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *